AUSL8 - via Curtatone, 54 - Arezzo tel. 0575.2551 e-mail: urp@usl8.toscana.it
Progetti speciali Odontoiatria sociale

Odontoiatria sociale

E' noto che la percentuale di persone che si curano i denti si aggira oggi attorno al 40% della popolazione italiana, il che significa che il 60% degli italiani non va dal dentista. Si deve considerare che, all'interno di questa già ridottissima quota di domanda, il pubblico intercetta una quota oscillante tra il 5 e l'8% a seconda dei territori, mentre il resto dell'offerta è interamente privata e libero-professionale, con una domanda totalmente sostenuta out of pocket.

Si consideri che almeno il 10% non accede alle cure odontoiatriche per l'alto costo del dentista; occorrono fino a 3.500 euro per un apparecchio ad un bambino, 2.000 euro per un impianto, 2.500 euro per una protesi mobile, circa 1.000 euro per l'estrazione del dente del giudizio.
Cittadini con scarse risorse economiche o rinunciano alle cure odontoiatriche o addirittura accedono a mutui bancari o impegnano il trattamento di fine rapporto per assicurarsi un trattamento sanitario, non solo estetico. Altri decidono di andare all'estero affidandosi a studi a low cost dei quali non sono verificati i requisiti di sicurezza.
In Valdarno la USL offre 50 ore settimanali per  una popolazione di oltre 96.000 abitanti, quindi palesemente insufficienti per rispondere ai bisogni assistenziali dei propri cittadini.
Prese in considerazione varie delibere regionali tra cui la nr. 324/2007 ed il Piano Regionale Socio Sanitario integrato 2014  pensa di attivare  un progetto di integrazione  pubblico/privato.
L'Azienda USL 8 ha l'obiettivo di aumentare l'offerta odontoiatrica, sviluppando l'offerta pubblica.
Altro obiettivo è garantire ai cittadini prestazioni di qualità comparabile con quella delle migliori esperienze odontoiatriche a costi contenuti rispetto a quelli prevalenti nel mercato, almeno in parte confrontabili con i Livelli Essenziali di Assistenza previsti dalla normativa della Regione Toscana.
In specifico si prevede di sviluppare il presidio distrettuale di Montevarchi, per sviluppare tale attività. Le prestazioni odontoiatriche garantite prevedono tutte le prestazioni ad esclusione dell'ortognatodonzia infantile, che trova il suo sviluppo presso la Zona di Arezzo.
L'accesso del cittadino sarà diretto, prevedendo fasce reddituali come da normativa regionale.
Il partner privato sarà reperito nel libero mercato attraverso procedura di evidenza pubblica, nel rispetto delle leggi vigenti.
È prevista una applicazione da parte del soggetto aggiudicatario di tariffe predefinite inferiori comunque, a quelle “minime” stabilite dal tariffario ANDI, ma superiori a quelle del tariffario regionale.
Inoltre all'Az. USL sarà corrisposta una somma adeguata quale corrispettivo per la messa a disposizione dei locali in cui svolgere le attività completi delle attrezzature necessarie riservandosi l'opzione per la conversione della corresponsione suddetta.
Il progetto prevede di facilitare l'accesso dei cittadini che possono raggiungere le prestazioni sia attraverso il “canale” istituzionale dell'azienda sia attraverso il contatto diretto con l'erogatore.
Il progetto non è solo un progetto che coinvolge solo profili sanitari ma anche sociali per quanto riguarda la valutazione delle fasce.

Per ulteriori dettagli e approfondimenti clicca qui