AUSL8 - via Curtatone, 54 - Arezzo tel. 0575.2551 e-mail: urp@usl8.toscana.it
PREVENZIONE

Prevenzione

COSA DI INTENDE PER PREVENZIONE?
Fino a pochi anni fa si parlava di prevenzione (primaria1, secondaria2 o terziaria3) intendendo solo l'azione tecnico-professionale che mirava a ridurre la mortalità, la morbilità o gli effetti dovuti a determinati fattori di rischio nei luoghi di vita e di lavoro o ad una certa patologia. Oggi si parla più complessivamente di promozione della salute dove giocano un ruolo fondamentale tutti gli attori, sanitari e non -compresi i politici- che possono contribuire alla sensibilizzazione della comunità tutta sull'importanza, la cura, la responsabilità di ognuno verso la salute ed il benessere.
Vedi video prevenzione tumori femmminili

PREVENZIONE PRIMARIA, L'INVESTIMENTO POSSIBILE PER UNA SANITA' SOSTENIBILE
Consiste nella promozione di comportamenti in grado di evitare o ridurre l'insorgenza e lo sviluppo di una malattia o di un evento sfavorevole. Si tratta di azioni volte a ridurre i fattori di rischio da cui deriva un aumento dell'incidenza di quella patologia. Frequentemente si basa su azioni a livello comportamentale o psicosociale: tutela dell'ambiente, dei luoghi di vita o di lavoro, promozione campagne antifumo, promozione corretta alimentazione, e dell'uso limitato di alcool. Grande propulsore in tal senso è stato ed è il progetto nazionale “Guadagnare salute”, che ha come obiettivo principale la promozione di stili di vita in grado di contrastare il peso delle malattie croniche e far guadagnare anni di vita in salute ai cittadini. Gli interventi di prevenzione primaria sono realizzati a vario titolo dai medici di famiglia, ma anche dagli specialisti in team e ospedalieri e sono parte fondamentale del nuovo modello sviluppato in Toscana di Sanità d'iniziativa. In questo modo si mira ad incidere sui principali fattori di rischio per le malattie non trasmissibili più comuni come malattie cardiovascolari, tumori, diabete mellito, malattie respiratorie croniche, disturbi muscolo-scheletrici, dell’apparato gastrointestinale, problemi di salute mentale.

PROMOZIONE DELLA SALUTE
Come si è detto, la promozione della salute è un concetto più ampio che comprende la prevenzione ma "che mette a valore le risorse sociali e individuali... ". Pertanto oltre agli aspetti prettamente sanitari mira a sviluppare le competenze individuali utili a rendere ciasun cittadino consapevole della propria salute, rafforzando le life skills ovvero "quelle competenze che portano a comportamenti positivi e di adattamento che rendono capaci di far fronte efficacemente alle richieste e alle sfide della vita di tutti i giorni": consapevolezza di sé, senso critico, gestione delle emozioni, capacità di prendere decisioni, gestione dello stress, comunicazione efficace, ed è su questo fronte che l'Azienda Usl8, grazie all'impegno della Regione Toscana sta lavorando con l'attivazione di corsi per insegnanti che li  aiutino a gestire al meglio i propri studenti offrendogli strumenti di self empowerment, di consapevolezza di sé e quindi anche della propria salute (info. Donatella Cortini, Marco Baldi).

L'ORGANIZZAZIONE DELLA AUSL8: UNA CABINA DI REGIA PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE

Dipartimento di Prevenzione
Dipartimento delle Dipendenze
UOS Comunicazione e Marketing sociale


Professionisti aziendali
 che nella loro attività quotidiana lavorano

  • per leggere i bisogni (evidence based)
  • costruire alleanze e politiche comuni sul territorio
  • mirare gli interventi sui pazienti in ospedale e sul territorio
  • valutare gli esiti (attraverso studi cost-effectiveness)

Link utili

video prevenzione dei tumori femminili dr. Sergio Bracarda e dr. Giovanni Angiolucci

web2salute.com


Al fine di sensibilizzare il cittadino al miglioramento del proprio benessere
 
2PREVENZIONE SECONDARIA
Con la dizione prevenzione secondaria ci si riferisce alla diagnosi precoce di una patologia, permettendo così di intervenire precocemente sulla stessa, ma non evitando o riducendone la comparsa. La precocità di intervento aumenta le opportunità terapeutiche, migliorandone la progressione e riducendo gli effetti negativi: Pap test nella popolazione femminile sana, screneeng della cervice uterina, del colon retto,mammografico, chronic care model...
3PREVENZIONE TERZIARIA
'E un termine tecnico relativo non tanto alla prevenzione della malattia, quanto dei suoi esiti più complessi. La prevenzione in questo caso è quella delle complicanze. Con prevenzione terziaria si intende anche la gestione dei deficit e delle disabilità funzionali consequenziali ad uno stato patologico o disfunzionale.
4MARKETING SOCIALE è definito da Philip Kotler come l'utilizzo delle strategie e delle tecniche del marketing per influenzare un gruppo target ad accettare, modificare o abbandonare un comportamento in modo volontario, al fine di ottenere un vantaggio per i singoli individui o la società nel suo complesso