AUSL8 - via Curtatone, 54 - Arezzo tel. 0575.2551 e-mail: urp@usl8.toscana.it
PERCORSO ONCOLOGICO

Percorso oncologico

TRANSLATE TEXT

La cura del cancro ad Arezzo
Il Dipartimento Oncologico della Ausl sud est di Arezzo è parte della Rete Oncologica Regionale, Istituto per la Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica (ISPRO) e ha come elementi qualificanti le strutture di Accoglienza e i Gruppi Oncologici Multidisciplinari (GOM).

DOVE SIAMO:
Ospedale San Donato via Pietro Nenni, 20 52100 Arezzo - IV° piano primo settore
centralino: 0575 2551   Dipartimento Oncologico: accoglienza 0575 255438 c/o Centro Oncologico

Il Percorso Oncologico si realizza all’interno delle seguenti strutture dell’Azienda USL sud est ambito aretino:
  • Screening
  • U.O.C. Oncologia Medica Arezzo  - Centro Oncologico
  • U.O.S. Oncologia Medica Valdarno
  • D.H.  Oncologici delle zone Valdichiana, Valtiberina, Casentino
  • U.O.C. Radioterapia Oncologica Arezzoe Valdarno
  • Assistenza Domiciliare Oncologica - progetto SCUDO
  • Hospice Arezzo, Valdarno e Valdichiana
  • U.O.S. Oncoematologia
  • U.O.C. Anatomia Patologica di Arezzo
L'attuale Percorso Oncologico dell’Azienda USL sud est ambito aretino inizia con le attività di screening (prevenzione secondaria), la cui Segreteria può essere contattata al numero 0575 254800 o all’indirizzo mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .
Il paziente con problematiche oncologiche può rivolgersi all’Accoglienza dell'Istituto per la Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica (ISPRO) che ha sede presso l'Accettazione del Centro Oncologico. I servizi erogati sono i seguenti:
  • informazioni sui Servizi Oncologici erogati dalle strutture della Ausl Toscana sud est e dai servizi sanitari, pubblici o privati-convenzionati, della Regione Toscana o da altre strutture italiane
  • eventuale prenotazione di Visita Multidisciplinare (Tel. 0575 255438 Fax 0575255435) su richiesta del paziente o del Medico di Medicina Generale (MMG) e dello specialista
  • piano diagnostico: prenotazione di visite ed esami tramite Day-Service, necessari alla realizzazione di un piano di cura presso le Strutture della Ausl Toscana sud est, sempre dopo valutazione specialistica.
  • assistenza psiconcologica, per aiutare nel percorso di cura i pazienti e i loro familiari, in collaborazione con associazioni di volontariato del territorio che attivano diversi progetti ( progetto SCUDO, progetto T'insegno un trucco,)
La presa in carico del paziente può avvenire:
  • tramite visita GOM a cui vengono ricondotti tutti gli altri accessi, in quanto garanzia massima di qualità, sia per la cura che per la programmazione dell’intero percorso terapeutico con eventuali prese in carico “sequenziali” (es. chirurgo – radioterapista - oncologo)
  • da Accoglienza: vi si può rivolgere direttamente il cittadino, il MMG, o lo specialista che intenda far valutare un proprio caso. Nel caso occorra prendere in carico il paziente, il Servizio di Accoglienza prenota esami e visita GOM, dopo valutazione specialistica.
  • Tramite trasferimento interno del paziente alle specifiche Strutture della Ausl ambito aretino.

Gruppi multidisciplinari
In linea con le indicazioni dell'Istituto per la Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica (ISPRO), l’attività oncologica viene effettuata tramite l’attività dei Gruppi Oncologici Multidisciplinari (GOM) che definiscono i percorsi diagnostico-terapeutici per le varie Patologie, effettuano in equipe valutazioni ambulatoriali e organizzano programmi di aggiornamento.
I GOM attivi sono quelli di Mammella, Polmone, Gastro-Enterico, Genito-Urinario, Neuro-Oncologico, Ginecologico, ORL, Onco-ematologico, Cute (Melanoma e Carcinomi), Neoplasie Ossee e Sarcomi ed Endocrinologico. Il MMG viene coinvolto in tutte le fasi del Percorso Oncologico, dalla prevenzione primaria alla prevenzione secondaria, alla diagnosi, alla fase di trattamento, al follow up e dopo la fase specialistica, alla gestione delle sequele dei trattamenti, alla fase terminale e alla gestione del lutto nei familiari.
Un ruolo importante nell'ambito del Percorso Oncologico è svolto dall'Agenzia di Continuità Ospedale-Territorio (ACOT) che raccoglie casi segnalati dai Reparti di degenza per garantire una continuità con il territorio, assumendo anche la funzione di ponte tra il paziente oncologico in regime ambulatoriale o di Day Hospital e le Cure Domiciliari.
I pazienti usciti dalla fase terapeutica e affetti da patologie evolutive e irreversibili sono seguiti dall' “Unità di Medicina del Dolore e Cure Palliative” (DGRT n° 996/2000) presso i Presidi o a domicilio dove è prevista anche la consulenza di specialisti e l'attivazione in collaborazione con il Distretto e con il MMG dell'Assistenza Domiciliare Integrata. Nelle situazioni in cui non sia possibile allestire l’assistenza palliativa in forma domiciliare, ivi compresa quella sostitutiva presso le strutture socio-sanitarie, i pazienti sono accolti presso i Centri residenziali di Cure Palliative (Hospice).
 
Nel Percorso Oncologico sono inoltre di cruciale importanza le attività delle Associazione di Volontariato, che si sono riunite nel coordinamento Sinergia, e il supporto fondamentale del CALCIT.

DIPARTIMENTO ONCOLOGICO
direttore: Dr. Enrico Tucci
tel. : 0575 254089-254086
FAX 0575 254086
email:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

ACCOGLIENZA ISPRO
Presidio Ospedalierio 1-Arezzo, “San Donato”
responsabile:  Dr. Enrico Tucci
tel.: 0575 255438- 255430
FAX: 0575 255435

ACCOGLIENZA ISPRO
Presidio Ospedalierio 2-Valdarno, “La Gruccia”
responsabile: Dr.ssa Alessandra Signorini
tel. : 055 9106283
fax : 055 9106926
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

UNITÀ DI MEDICINA DEL DOLORE E CURE PALLIATIVE
Responsabile: Dr Pierdomenico Maurizi
tel.: 0575 254859
fax : 0575 255435
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


link utili:
ISPRO
Calcit Arezzo - Scudo
Calcit Valdarno
Sinergia
Avad
Guida oncologia italiana (portale Anpac e Ministero della Salute)