AUSL8 - via Curtatone, 54 - Arezzo tel. 0575.2551 e-mail: urp@usl8.toscana.it
Notizie in evidenza “T’insegno un trucco”, incontri mensili per le donne in cura oncologica, per potersi guardare allo specchio con un sorriso

“T’insegno un trucco”, incontri mensili per le donne in cura oncologica, per potersi guardare allo specchio con un sorriso

MakeupL'niziativa gratuita della ASL8 e AVO che coinvolge  estetiste, parrucchiere e truccatori.

AREZZO – Ci sono 120.000 donne in Italia che ogni anno si ritrovano a dover fare i conti con il cancro (48.000 nuovi casi solo per il tumore al seno). La loro vita d’improvviso viene travolta da un autentico ciclone. Le donne, oltre alla necessità di capire quale sarà il loro destino, la fatica del sottoporsi alle cure, i cambiamenti sociali a cui vanno incontro, si guardano allo specchio e spesso non si riconoscono.

Una seconda battaglia da combattere. Le donne che passano per i reparti di oncologia, affrontano la guerra su due fronti. Da un lato le terapie contro il cancro, dall’altro la lotta psicologica. Lotta all’ansia, allo stress e allo sguardo degli altri su di loro.

Dopo il pesante impatto iniziale che segue sempre una diagnosi di cancro, tutti i malati vivono le incertezze legate ai propri affetti, alla vita lavorativa, alla gestione quotidiana della casa, della famiglia, della coppia.

La Asl di Arezzo ha da molto tempo attivato sia direttamente che con le associazioni di volontariato, un servizio di assistenza psicologica, per aiutare nel percorso di cura i pazienti e i loro familiari.

Adesso si compie un ulteriore passo avanti. In Valdarno è già attivo da mesi, ma da lunedì prossimo prenderà il via anche ad Arezzo un progetto che vede assieme le strutture ospedaliere che si occupano di malattie oncologiche, l’Avo, la Direzione di Presidio e le estetiste che volontariamente vorranno essere protagoniste di questa iniziativa.

"T'insegno un trucco" è il titolo dato al progetto, che mira, attraverso  una serie di consigli estetici durante i trattamenti oncologici, a “vedersi bene per sentirsi meglio”

I promotori spiegano che Il paziente oncologico a causa della malattia e degli effetti indesiderati delle terapie antitumorali è  spesso colpito nell'immagine; il corpo subisce dei cambiamenti con spiacevoli conseguenze  sulla percezione di sè e della vita di relazione. "T'insegno un trucco" nasce per  aiutare le pazienti a migliorare il proprio  aspetto fisico durante e dopo le cure oncologiche, offrendo loro idee e consigli per fronteggiare meglio gli effetti indesiderati dei trattamenti, e riuscire a guardarsi allo  specchio con un sorriso.

Viene offerta alle pazienti la possibilità di riappropriarsi della propria immagine e di riconquistare, in un momento di fragilità e di insicurezza, autostima, benessere e fiducia in sé e nel proprio corpo.

"T'insegno un trucco" nasce ispirandosi all'esperienza internazionale "Look Good ... Feel Better", programma che ha preso il via negli Stati Uniti ed esteso con successo, in altri 23 paesi.

Si tratta di un'iniziativa completamente gratuita che viene realizzata grazie ad esperti che offrono la loro consulenza a titolo di volontariato; è un programma non medico che non interferisce con le cure in corso né intende sostituirsi ad esse.

Il programma prevede l'incontro mensile di gruppi di pazienti che sotto la guida degli esperti (estetisti, truccatori, parrucchieri) imparano accorgimenti utili per il giusto make up e si  concedono qualche trattamento di bellezza per viso e corpo.

L'incontro dà al paziente la possibilità di vivere un momento di leggerezza e relax oltre che condividere, in un clima rilassato, la propria esperienza ed i propri problemi con altre persone che vivono la stessa situazione. E’ un progetto che, dove è già partito, cresce rapidamente. Per questo L’Avo e la Asl invitano estetisti, parrucchieri e truccatori ad offrire la loro collaborazione  e professionalità per aiutare nel trucco e nel trattamento estetico donne che sono in fase di cura.

Per partecipare al programma, che scatta lunedì 9 febbraio, le prenotazioni vengono raccolte dalla coordinatrice infermieristica della Oncologia di Arezzo,  Paola Belardi, direttamente o telefonicamente al numero 0575 255430.

In Valdarno referente è la caposala Michela Nocentini che raccoglie prenotazioni direttamente o al telefono 0559106283.

 direttamente o al telefono 0559106283.