AUSL8 - via Curtatone, 54 - Arezzo tel. 0575.2551 e-mail: urp@usl8.toscana.it
Comunicazione e stampa Ufficio Stampa Archivio comunicati Donazioni di sangue, un luglio da +5%

Donazioni di sangue, un luglio da +5%

estate-donaresangueIl direttore del Centro trasfusionale parla di un buon trend ma invita a continuare: “Stiamo aiutando altre zone della Toscana”

AREZZO – Arezzo provincia virtuosa per le donazioni di sangue. In un periodo di emergenza generale, quello estivo, il territorio aretino sta rispondendo bene, in linea con lo spirito di solidarietà e generosità che lo contraddistinguono. “Da noi non c’è emergenza al momento – spiega Pierluigi Liumbruno, direttore del Centro trasfusionale del San Donato - ma l’invito a donare prima di partire per le vacanze rimane valido e lo diciamo forte. Stiamo inviando sangue anche agli altri centri della Toscana, si tratta di un contributo importante e ci tengo a ringraziare gli aretini”.

A dimostrazione della buona adesione alle donazioni, nel mese di luglio si è registrato un +5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, mentre tra gennaio e luglio, rispetto al 2016, la crescita è stata del 4%. Numeri che incoraggiano a continuare su questa strada, senza abbassare mai la guardia.

Le donazioni di sangue vengono effettuate tutte le mattine dei giorni feriali dalle 8 alle 11 e, esclusivamente su appuntamento, anche il lunedì pomeriggio dalle 14.30 alle 16.30. Tutti coloro che desiderano diventare donatori di sangue e quindi vogliono donare per la prima volta, dovranno prenotarsi rivolgendosi ad una associazione oppure telefonando al centro trasfusionale (Arezzo: 0575 255283; Montevarchi: 055 9106612; Bibbiena: 0575 568257; Cortona: 0575 639283; Sansepolcro: 0575 741414). In ogni caso, l’aspirante donatore riceverà due appuntamenti. Al primo appuntamento saranno eseguiti: visita medica, prelievo per esami di laboratorio, richiesta per ECG. Al secondo appuntamento si eseguirà donazione in caso di idoneità, oppure si comunicheranno i motivi della non idoneità con i consigli medici del caso. E' obbligatorio per tutti presentarsi con tessera sanitaria/codice fiscale.